Connect with us

Cultura e Spettacoli

Nell’anno del caldo record le zanzare potrebbero farci compagnia fino a Natale

La situazione e l’allarme lanciato per i fastidiosi insetti, ancora “in giro” a causa dell’anno del caldo record

Pubblicato

il

Le conseguenze del caldo record sono anche legate alla presenza diffusa delle zanzare. E così sarà in questi mesi autunnali, grazie alle temperature che superano di 3,15 gradi le medie storiche di ottobre.

Il trend al rialzo continua anche in questo mese di novembre ad allungare la stagione degli odiati insetti. In molte città italiane le zanzare continuano a “lavorare” indisturbate, così come se fosse estate… o quasi.

Si pensa che – come dicono gli esperti – così si potrà andare avanti anche fino a Natale. Lo denuncia la Società italiana di medicina ambientale, che ha ricordato anche i pericoli sul fronte sanitario. “Le temperature ben sopra le medie stagionali hanno creato – spiega il presidente di Sima, Alessandro Miani – le condizioni favorevoli per un’alterazione dei cicli di vita e riproduzione di alcuni insetti. Il caldo anomalo infatti consente alle uova di zanzara di sopravvivere grazie a un autunno più mite e agli animali adulti di rimanere in vita, riprodursi e moltiplicarsi”.

“Un discorso che non vale – ha proseguito – solo per le tipologie di zanzare più resistenti al freddo, come la giapponese (Aedes japonicus japonicus) o la coreana (Aedes koreicus), presenti soprattutto in alcune zone del Nord Italia, ma anche per la diffusissima zanzara comune (Culex pipiens) e la temibile zanzara tigre (Aedes albopictus). Ricordiamo che nel nostro Paese si contano circa 60 specie di zanzare, a fronte delle oltre 3mila presenti in tutto il mondo”.

“In assenza di un repentino e sensibile calo delle temperature in alcune aree del Paese le zanzare potrebbero continuare – prosegue Miani – a imperversare anche fino a Natale. Un cambiamento che comporta non solo fastidi e disagi per i cittadini, ma anche pericoli sul fronte sanitario: tra le malattie trasmesse all’uomo dalle zanzare ve ne sono alcune molto grafi, come i virus dengue (DENV), chikungunya (CHIKV) e febbre gialla (YFV). In base ai dati dell’Istituto superiore di sanità aggiornati al 6 novembre 2023, da inizio anno in Italia si contano già 306 casi di Dengue, 7 di Zika Virus, 7 di Chikungunya, 44 di infezione neuro-invasiva”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza