Connect with us

Cronaca

Omicidio Lino Celesia a Palermo: 4 anni al fratello che fornì l’arma

Arriva la prima condanna per la morte dell’ex calciatore ucciso lo scorso 21 dicembre

Pubblicato

il

Giudice infligge la pena a G.O., 23 anni, per il possesso dell’arma del delitto

Quattro anni di carcere e 6mila euro di multa: a Palermo c’è prima condanna relativa all’omicidio di Lino Celesia, l’ex calciatore ucciso lo scorso 21 dicembre durante una sparatoria nella discoteca Notr3 di via Pasquale Calvi.

La sentenza, emessa al termine di un processo con rito abbreviato, è inferiore di due anni rispetto alla richiesta del pubblico ministero Vittorio Coppola.

G.O., il maggiore dei due fratelli arrestati per l’omicidio, assistito dall’avvocato Vanila Amoroso, era accusato come riporta gds.it – di porto e detenzione della pistola utilizzata per uccidere Celesia durante un conflitto tra due gruppi. Nonostante la difesa abbia sostenuto che l’arma fosse a salve e dunque innocua, il tribunale ha ritenuto che si trattasse della stessa pistola che ha sparato nella caotica scena del crimine.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

La versione di G.O., pescivendolo con un figlio piccolo, secondo cui avrebbe acquistato una scacciacani tramite Telegram e poi gettata via, non ha convinto il giudice. L’arma del delitto non è mai stata recuperata. Intanto, il fratello minore, M., che ha compiuto 18 anni a maggio, dovrà rispondere di omicidio nell’udienza preliminare fissata per il 23 luglio presso il tribunale dei minorenni.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza