Connect with us

Cronaca

“Non l’ho ucciso: non mi rovino la vita così”: delitto Palermo, parla il 32enne fermato

Il pm ed i carabinieri lo hanno interrogato a lungo. La tesi di Baguera, che abita vicino al ristorante del cugino

Pubblicato

il

“Non sono stato io: non mi rovino la vita per un cliente in più o in meno”. Sono state queste, in sintesi, le parole di Alì Elabed Baguera, il giovane tunisino che è stato fermato ed accusato per l’omicidio di Badr”Samir” Boudjemai.

Il delitto avvenuto in via Roma, a Palermo, è ancora agli onori della cronaca in quanto il 32enne, che è stato fermato, ha nettamente respinto ogni accusa che gli è stata mossa. L’uomo ha parlato nel corso dell’interrogatorio del pm e dei carabinieri, che lo hanno sentito a lungo.

Baguera abita vicino al ristorante del cugino, e si era allontanato, secondo quanto emerso, intorno alle 23.45 per andare a casa. Doveva rientrare entro la mezzanotte perché aveva avuto l’affidamento in prova dal tribunale di sorveglianza.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Era stato condannato per un incendio di materassi nel centro d’accoglienza di Lampedusa, da dove era arrivato a Palermo. Successivamente, per buona condotta, era stato scarcerato. “Lavoro da mio cugino e prima della mezzanotte mi sono diretto verso casa”, ha continuato a ripetere. Con la vittima, secondo quanto sottolineato dal 32enne “non ci sarebbe stato alcuno screzio”.

Il legale del giovane verificherà se esistono gli elementi di prova per il fermo dell’assistito.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento ambulanza arresti arresto ars auto Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Castelvetrano Catania cocaina Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio inchiesta incidente incidente mortale Lampedusa mafia malore maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione rissa roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza