Connect with us

Cronaca

Lampedusa, beve “acqua e benzina”: migrante incinta perde bimbo

Il trasferimento immediato al Poliambulatorio, poi l’arrivo all’ospedale Civico di Palermo

Pubblicato

il

La donna era stata fatta uscire dalla nave Ong Sea eye 4, che si trovava davanti a Lampedusa. Poi era stata trasferita durgenza in ospedale, al Civico di Palermo. La donna, tuttavia, una migrante 30enne, ha perso il figlio che aveva ingrembo.

Secondo quanto trapelato, aveva ingerito acqua e benzina, e per questo era stata trasferita in gravi condizioni nel nosocomio palermitano.

La trentenne nigeriana era al sesto mese di gravidanza, e dopo l’emergenza a Lampedusa ed il traferimento al poliambulatorio, i medici non hanno potuto che accertare il decesso del feto.

Quando è stata soccorsa, la giovane era atata trovata con varie ustioni nel corpo e una crisi respiratoria per avere inalato acqua e benzina. Trovata già in condizioni critiche, era stata trasbordata sulla motovedetta Cp306 della guardia costiera e successivamente trasferita al Poliambulatorio.

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento ambulanza arresti arresto ars auto Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Castelvetrano Catania cocaina Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio inchiesta incidente incidente mortale Lampedusa mafia malore maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione rissa roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza