Connect with us

News e Focus

“Nessun malore, Maria Antonietta morta per la scossa dal cellulare”: autopsia conferma

L’autopsia ha escluso l’ipotesi di malore: la ragazzina di 16 anni è morta per la scossa dal cellulare caduto in acqua

Pubblicato

il

La conferma è arrivata dall’autopsia. La causa del decesso di Maria Antonietta Cutillo è stata una scossa, innescata dal cellulare che la 16enne aveva fra le mani, mentre si trovava all’interno della vasca da bagno. Le ipotesi che si erano fatte nel giorno della tragedia erano state diverse, e fra le tante c’era stata anche quella di un malore, che avrebbe preceduto la morte.

L’autopsia, invece, ha confermato quanto emerso nelle primissime ore dopo il dramma. E’ stato, dunque, il telefono, con il carica batterie collegato alla presa di corrente, a determinare la morte della ragazzina. Tutto è avvenuto lo scorso 2 maggio. Maria Antonietta era in videochiamata con Faby, la sua inseparabile amica del cuore, che ha testimoniato in diretta l’orrore.
🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Caduto nella vasca piena d’acqua, l’apparecchio ha innescato la scossa mortale: la conferma è arrivata anche dai segni di ustione alla mano della ragazzina che impugnava l’apparecchio. Un momento di distrazione, un gesto sbagliato: il telefono è caduto in acqua e non ha lasciato scampo a Maria Antonietta, che è morta all’istante.

E intanto proseguono le indagini coordinate dal pm della Procura di Avellino, Vincenzo Toscano. Effettuati esami tecnici da parte dei carabinieri sul carica batterie e sul telefonino, entrambi posti sotto sequestro, così come le verifiche sull’impianto elettrico dell’abitazione di via Stazione. A Montefalcione il sindaco, Angelo Antonio D’Agostino, ha proclamato il lutto cittadino.

🟢 LEGGI: Ma un caricabatterie per cellulare può causare una folgorazione? Ecco cosa bisogna sapere

🖋 CONTINUA A LEGGERE su teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Castelvetrano Catania Civico Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia malore maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza