Connect with us

Cronaca

Gioco d’azzardo, confisca da 7,5 milioni di euro a Palermo

Un’organizzazione finalizzata alla gestione di scommesse clandestine: maxi confisca da 7,5 milioni di euro a Palermo

Pubblicato

il

La maxi confisca è da sette milioni e mezzo di euro: è il risultato dell’operazione dei finanzieri del comando provinciale di Palermo, che hanno eseguito il decreto emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo su richiesta della Dda,

Il provvedimento di confisca, nei confronti dell’imprenditore del settore delle scommesse Enrico Splendore, 56 anni, è diventato irrevocabile con sentenza della Cassazione.

L’imprenditore è stato condannato per il reato di esercizio di giochi d’azzardo (con sentenza del 26 giugno del 90), e per associazione per delinquere ed esercizio abusivo di attività di gioco o scommesse (con sentenza del 04 luglio 2019), “per essere stato a capo di un’organizzazione finalizzata alla gestione di scommesse clandestine attraverso una capillare rete di raccolta, parallela rispetto a quella dei centri di scommesse autorizzati, che si avvaleva di programmi informatici elaborati ad hoc, circostanza confermata anche dalle dichiarazioni di collaboratori di giustizia”, affermano i giudici.

Il procedimento di prevenzione – riporta il comunicato – ha fatto emergere secondo l’accusa, grazie agli approfondimenti economico patrimoniali svolti dagli specialisti del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Palermo – Gico, una netta sproporzione tra i redditi dichiarati e i beni e le attività nella disponibilità di Splendore, tra cui l’omonimo bar nella zona di Corso dei Mille. La confisca è scattata per 4 immobili a Palermo, due rapporti bancari, l’intera azienda individuale Bar Splendore, quote di partecipazione al capitale sociale di un’azienda che opera nel settore dei trasporti, 3 autoveicoli.

I più letti negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza