Connect with us

News e Focus

Il marito rispondeva a tutti “col cellulare di lei”: la scomparsa di Francesca Deidda e la svolta

La donna era scomparsa lo scorso 30 maggio; sospetti sull’omicidio aggravato e occultamento di cadavere

Pubblicato

il

Francesca Deidda, 42 anni, scomparsa il 30 maggio da San Sperate (LEGGI), sarebbe stata vittima di un femminicidio. Gli inquirenti, inizialmente propensi a pensare a una fuga volontaria, hanno raccolto elementi che hanno portato all’arresto del marito, Igor Sollai, con le accuse di omicidio aggravato e occultamento di cadavere.

Nelle prossime ore, i carabinieri effettueranno un rastrellamento nella zona di San Sperate e nei dintorni per ritrovare il corpo della donna. Verranno coinvolti i Cacciatori di Sardegna, i militari della Compagnia di Iglesias, il Nucleo investigativo del Comando provinciale di Cagliari, i vigili del fuoco e la Protezione civile.

Le ricerche si concentreranno nelle aree in cui si è attivata la cella del cellulare di Francesca, dispositivo che Sollai avrebbe usato per fingere che la donna fosse ancora viva.

LEGGI ANCHE: La scomparsa di Francesca Deidda, in Sardegna: fermato il marito per omicidio

Secondo le indagini, Sollai, un autotrasportatore di 43 anni, avrebbe ucciso la moglie e nascosto il corpo, rispondendo ai messaggi preoccupati di amici e parenti al suo posto. Ha persino inviato una mail al datore di lavoro della moglie annunciando il suo licenziamento. Tuttavia, le spiegazioni fornite dall’uomo non hanno convinto gli investigatori.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Una collega di Francesca Deidda gli avrebbe poi teso una trappola: gli avrebbe mandato un messaggio dicendo che anche un’altra collega si era licenziata, ma avrebbe usato un nome di fantasia inesistente. L’uomo dall’altro capo del telefono non si è accorto di nulla, rispondendo solo che gli dispiaceva. Elemento, quest’ultimo, che è finito sul tavolo dei carabinieri che venerdì sono andati ad ammanettare Sollai. Sempre nelle prossime ore saranno pianificati gli accertamenti a bordo delle auto e dell’appartamento di Igor Sollai.

L’uomo, difeso dagli avvocati Laura Pirarba e Carlo Demurtas, si è avvalso della facoltà di non rispondere, dichiarandosi innocente. Nonostante ciò, le incongruenze nelle sue dichiarazioni e le tracce informatiche hanno portato al suo arresto. Familiari e amici di Francesca non hanno mai creduto alla sua scomparsa volontaria, mantenendo viva l’attenzione sul caso e spingendo per ulteriori indagini.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

Acireale aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza