Connect with us

Cronaca

Morte sul lavoro a Salemi, Schlein: “In Sicilia necessario assumere più ispettori”

“Nell’isola ce ne sono solo 79, alcuni nemmeno assunti a tempo indeterminato: servono più controlli”

Pubblicato

il

salemi giuseppe carpinelli morte lavoro

L’Italia è ancora una volta scossa per un incidente sul lavoro, un’altra tragedia che avviene in Sicilia, e, così come accaduto a Casteldaccia, l’operaio era al lavoro per una ditta che eseguiva i lavori in subappalto.

Anche per il caso di Salemi, con la scomparsa di un giovane, appena 33 anni, Giuseppe Carpinelli, la politica alza la voce. “Dobbiamo accendere un riflettore costante sulle morti sul lavoro, non soltanto nei giorni delle tragedie come questa, o come quella che è successa da poco a Casteldaccia, ma noi abbiamo bisogno di avere tutti i giorni l’attenzione alta. Questa – ha sottolineato la segretaria del Pd, Elly Schlein – è un’emergenza vera che riguarda tutto il Paese”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

“Dovremmo chiederci cosa possiamo fare, cosa potrebbero fare le istituzioni, per le morti sul lavoro  dice la Schlein. Vuol dire assumere più ispettori sul lavoro, perché in Sicilia non possono essercene solo 79, alcuni nemmeno assunti a tempo indeterminato, per fare più controlli. Investire anche sulla formazione, lavorare con le aziende per creare una cultura che non prescinda dalla sicurezza. Non possiamo essere una Repubblica fondata sul lavoro per poi vedere gente che esce di casa per andare a lavorare e non fare più ritorno. Noi faremo le nostre proposte”.

LEGGI : Nuova tragedia sul lavoro: Salemi, precipita da pala eolica e muore a 33 anni – FOTO

“Il numero di morti sul lavoro crescerà ancora – dicono i segretari di Uil Sicilia e Uil Trapani, , Luisella Lionti e Tommaso Macaddino – seguendo una tragica tendenza che in Sicilia sta tutta in pochi numeri: 65 vittime nel 2023, 60 nell’anno precedente. Quest’anno, i morti tra gennaio e marzo sono stati 10 e già appena a metà maggio ci avviciniamo pericolosamente a quota 20. Chiediamo formazione, controlli, prevenzione. Non è questione di patente a punti per imprenditori. La vita di un lavoratore non si valuta a punti. Una strage che continua, la rabbia e il dolore non bastano più.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale indagini Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza