Connect with us

News e Focus

Codice della strada, ok della Camera: si allenta “stretta” sui neopatentati, ecco le novità

Ma arrivano anche le polemiche dai familiari delle vittime della strada, che parlano di “giornata triste per l’Italia”

Pubblicato

il

Alla Camera dei deputati è arrivato il “via libera” al ddl sul nuovo codice della strada con 163 sì e 107 voti contrari. Il testo ora passa all’esame del Senato.

“E’ una bella giornata – commenta il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Matteo Salvini – perché il nuovo codice prevede più controlli, più educazione stradale, più rigore“. Arrivano norme più dure “per chi sbaglia – osserva il vicepremier -, quindi ritiro della patente per chi guida ubriaco, drogato, per chi abbandona animali, per chi usa il telefonino“.

Ma arrivano anche le polemiche dai familiari delle vittime della strada, che parlano di “giornata triste per l’Italia”. Paolo Pozzi e Angela Bedoni, genitori di Lucia, investita e uccisa a 17 anni la notte di Natale del 2004, dicono: “L’approvazione alla Camera del nuovo codice della strada è una brutta notizia perché questa riforma rappresenta un passo indietro per la tutela della vita umana“. I genitori di Lucia erano tra i parenti delle vittime della strada che hanno rivolto un video-appello a Giorgia Meloni per riscrivere il documento”. Oltre 20mila mail inviate ai parlamentari e oltre 12mila al premier, oltre, a 2.500 telefonate ai capigruppo alla Camera: questi i numeri della maxi-mobilitazione che chiedeva più aree pedonali e più zone 30 all’ora per rendere più sicuri i centri urbani.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Ma andiamo al nuovo Codice della strada, in cui si allenta la stretta su neopatentati e guida con il cellulare. Confermata la sospensione della patente per chi usa il telefonino alla guida ma ha ridotto l’aumento delle multe previsto dalla riforma voluta dal governo.

Allo stesso tempo, i limiti imposti ai ragazzi alla guida delle supercar sono stati leggermente abbassati rispetto alle norme in vigore. Nel nuovo Codice della strada la sanzione per guida con lo smartphone andrà da un minimo di 250 euro a un massimo di 1.000 euro rispetto all’importo originariamente previsto dal ddl di riforma, che prevedeva sanzioni da un minimo di 422 euro a un massimo di 1.697 euro. Si allenta anche la stretta sui recidivi: la multa passa da una forchetta compresa tra 644 e 2.588 euro ad una forbice tra 350 e 1.400 euro.

Poi anche un tetto massimo degli interessi sulle multe. “La maggiorazione non può essere superiore ai tre quinti dell’importo della sanzione”, pari al 60%. I due emendamenti sulle sanzioni sono stati presentati da Noi Moderati, a prima firma Maurizio Lupi. Chi viene sorpreso al volante con lo smartphone in mano avrà la patente sospesa per una settimana se su questa ci sono almeno 10 punti, se i punti sono meno di dieci la sospensione della patente sarà di 15 giorni. I tempi, poi, raddoppiano se l’uso del telefonino causa un incidente o manda fuori strada un altro veicolo.

I neopatentati potranno guidare auto più potenti anche nei primi 3 anni dal rilascio della patente dopo che l’emendamento vieta la guida di autoveicoli con una potenza superiore a 75 kW/t e di autovetture con potenza massima di 105 kW. L’attuale Codice prevede, invece, il limite a 55 kW/t per gli autoveicoli in generale e a 70kw/h per le autovetture.

Il ddl di riforma aveva allungato il divieto da 1 a 3 anni, lasciando invariate le potenze dei mezzi dopo l’incidente causato dagli youtuber romani alla guida di una Lamborghini. La commissione ha rivisto anche la normativa sugli autovelox: nel caso in cui si prendano più multe nello stesso tratto stradale, in un periodo di tempo di un’ora e di competenza dello stesso ente si paga una sola sanzione: quella più grave aumentata di un terzo.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza