Connect with us

News e Focus

Lascia carcere perché obeso: uccise la fidanzata con 57 coltellate

I giudici: “Carcere non adatto al peso: rischia un infarto”

Pubblicato

il

Quando la realtà supera il più atroce degli incubi, ovvero quello dell’ennesimo femminicidio, diventa beffarda e dunque ancor più insopportabile se la giustizia non è tale fino in fondo.

Dimitri Fricano, che nel 2017 uccise la 28enne Erika Preti (nella foto) infierendo sul suo corpo con ben 57 fendenti, non sconterà in carcere i restanti 30 anni bensì tra le mura della propria abitazione.

Il motivo, sebbene riconducibile a un problema di salute, disorienta non poco: l’uomo è obeso e per questo motivo la prigione non è un luogo adatto alle sue condizioni.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Se poi si va a scavare nei dettagli, ci si accorge che la motivazione dell’assassinio è a dir poco futile. Teatro del misfatto è San Teodoro (Sassari), quando,  poco prima di andare in spiaggia, lei l’aveva rimproverato perché stava facendo troppe briciole.

Stando alla decisione del tribunale, si ritiene che Fricano non sia “compatibile con il regime carcerario”. Si fa per questo riferimento ai vari problemi di salute dell’uomo dove si specifica che dai 120 chilogrammi di peso di quando era entrato nel penitenziario è arrivato a 200. Peso che comporta difficoltà di deambulazione, aggiunta all’impossibilità di seguire una dieta all’interno del carcere, creando dunque un “pericolo di vita legato al rischio cardiovascolare”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento ambulanza arresti arresto ars auto Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Castelvetrano Catania cocaina Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio inchiesta incidente incidente mortale Lampedusa mafia malore maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione rissa roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza