Connect with us

Cronaca

“Decreto di governo illegittimo”: Catania, il giudice libera quattro migranti

E sarà il Ministero dell’Interno ad impugnare il provvedimento: tutto sarà sottoposta al vaglio di un altro giudice

Pubblicato

il

Erano sbarcati a metà settembre a Lampedusa. Il Tribunale di Catania ha accolto il ricorso di quattro migranti tunisini, che erano poi stati portati nel nuovo centro di Pozzallo.

Il decreto del governo è stato giudicato “illegittimo in più parti”. In particolare, sottolineano fonti legali, “il giudice contesta la nuova procedura di trattenimento e la cauzione di 5.000 euro da pagare per non andare nel centro”. E sarà il Ministero dell’Interno ad impugnare il provvedimento: la fondatezza dei richiami giuridici contenuti nel provvedimento sarà quindi sottoposta al vaglio di un altro giudice.

“La normativa interna incompatibile con quella dell’Unione va disapplicata dal giudice nazionale e il provvedimento del questore non è corredato da idonea motivazione perché difetta ogni valutazione su base individuale delle esigenze di protezione manifestate, nonché della necessità e proporzionalità della misura in relazione alla possibilità di applicare misure meno coercitive”. Si tratta di alcune delle argomentazioni contenute nel provvedimento con le quali il giudice civile di Catania, Iolanda Apostolico, non ha convalidato il trattenimento di quattro cittadini tunisini, ritenendolo illegittimo.

“Deve infatti escludersi – spiega – che la mera provenienza del richiedente asilo da Paese di origine sicuro possa automaticamente privare il suddetto richiedente del diritto a fare ingresso nel territorio italiano per richiedere protezione internazionale”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale indagini Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza