Connect with us

Cronaca

Palermo, pestaggio a sangue in via Candelai: identificati 15 ragazzi, quasi tutti minorenni

Provvedimenti e identificazioni dopo il pestaggio a sangue della via Candelai, a Palermo: baby gang formata soprattutto da minorenni

Pubblicato

il

candelai palermo

“Il branco di 15 persone che il 4 dicembre ha colpito in via Maqueda angolo via Candelai, è stato identificato e assicurato alla giustizia: 13 sono minorenni, adusi purtroppo alla violenza come unica modalità espressiva”.

Così il questore di Palermo Leopoldo Laricchia a proposito dell’operazione che ha permesso di scoprire a Palermo una baby gang. L’aggressione era avvenuta con l’utilizzo di un “tirapugni”. Le vittime, trasportate in ospedale con una prognosi di 40 giorni, riportarono anche fratture alla mandibola e trauma cranico che comportarono un intervento chirurgico maxillo-facciale con l’applicazione di protesi.

Su delega della procura del tribunale per i minorenni, la polizia ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare attraverso il collocamento in comunità – emessa dal gip del tribunale per i minorenni – a carico di cinque ragazzi, appartenenti alla baby gang.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

“Una violenza feroce – ha osservato il questore -, priva di freni, apparentemente immotivata; in realtà la motivazione che nasconde è più preoccupante perché si alimenta dall’istinto di sopraffazione del prossimo, fino ad annullarlo. Le lesioni prodotte alle vittime sono gravissime. E tutto in nemmeno due minuti. Neanche il tempo di avvisare le forze di polizia, figuriamoci di intervenire in flagranza”.

“Le attività investigative subito avviate e condotte dalla Questura – spiega Laricchia – hanno consentito di ricostruire tutti gli aspetti dell’episodio e tutte le persone coinvolte, naturalmente nei tempi indispensabili per un’indagine che possa supportare provvedimenti ben motivati dell’Autorità Giudiziaria. Ora gli atti verranno esaminati sotto il profilo della pubblica sicurezza per valutare l’emissione di ulteriori provvedimenti inibitori previsti dalla legge”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza