Connect with us

Cronaca

Mafia, investì fondi illeciti al Nord: confisca da 8 milioni a imprenditore dell’Ennese

Confisca da otto milioni di euro a imprenditore della famiglia mafiosa di Pietraperzia, nell’Ennese

Pubblicato

il

A Milano rappresentava probabilmente una sorta di “testa di ponte” della mafia pietrina. Dove pare riciclasse i soldi del clan. Un patrimonio dal valore di oltre 8 milioni di euro è stato confiscato, dalla Guardia di finanza di Caltanissetta, a Felice Cannata esponente dalle famiglia mafiosa di Pietraperzia, nell’Ennese.

Era stato condannato con sentenza irrevocabile l’11 novembre 2015 per associazione mafiosa. Il provvedimento è stato emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Enna, su richiesta della procura Distrettuale di Caltanissetta.

Cannata, che nel tempo si è occupato di reimpiegare capitali di illecita provenienza in attività produttive del nord Italia, soprattutto nel Milanese, in particolare nei settori della compravendita di autovetture di grossa cilindrata, è stato coinvolto nell’operazione “Triskelion” condotta dal Gico e che ha portato alla sua condanna.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

I beni confiscati sono un’azienda agricola ad Enna; 77 terreni tra la provincia nissena ed ennese; 11 fabbricati a Caltanissetta, Pietraperzia, Pozzuolo Martesana e Inzago, nel Milanese ; rapporti finanziari e beni mobili registrati. 🖋 CONTINUA A LEGGERE su teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale indagini Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza