Connect with us

Cronaca

Condanna ex pm, i genitori di Denise: “Tanta rabbia, ora Commissione d’inchiesta”

Dopo le motivazioni della condanna dell’ex pm lo sfogo dei genitori di Denise Pipitone: “E ora vogliamo Commissione di inchiesta”

Pubblicato

il

“Siamo pervasi da molta rabbia e tanta amarezza per tutto ciò che è avvenuto”. Piera Maggio e Pietro Pulizzi, genitori di Denise Pipitone, hanno scritto una nota dopo aver letto le motivazioni sulla sentenza di condanna di Maria Angioni (LEGGI), ex pm del caso Denise Pipitone, condannata a un anno di carcere per false informazioni al pubblico ministero.

“In sintesi – scrivono – con questa sentenza ci hanno detto che ci siamo trovati nel luogo, al momento e con le persone sbagliate, incapaci, incompetenti nell’indagine di nostra figlia? E tutti coloro che poi sono succeduti? Ci chiediamo in che mani stava l’indagine sul rapimento di Denise?”

“Noi abbiamo già un nostro personale pensiero su tutto, dettato principalmente dalla nostra vita, esperienza vissuta in prima persona, ma soprattutto da documenti – concludono – la nostra bambina e noi, siamo stati veramente molto sfortunati nel nostro percorso doloroso. Oggi più che mai, chiediamo una Commissione di inchiesta per Denise. Vogliamo la verità su tutto! Vogliamo sapere dov’è!”.

LEGGI ANCHE:

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza