Connect with us

Cronaca

“Continui rapporti con la mafia”: maxi confisca da 9,5 milioni per l’imprenditore Li Pera

Dopo il sequestro del 2020, maxi-confisca da 9,5 milioni di euro per l’imprenditore Lipera: l’operazione della Dia

Pubblicato

il

La Direzione investigativa antimafia dà esecuzione al provvedimento emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Caltanissetta: per l’imprenditore Giuseppe Li Pera c’è la maxi confisca da 9,5 milioni di euro.

Per l’imprenditore, originario di Polizzi Generosa, in provincia di Palermo, da anni residente a Caltanissetta, una confisca che segue il sequestro effettuato nel 2020, e che trae origine, come si legge in una nota della Dia, da una “complessa attività investigativa condotta dal Centro operativo di Caltanissetta, che ha ripercorso la carriera dell’imprenditore dalla metà degli anni ’80 ad oggi”.

Sarebbe, in particolare, stata accertata “la pericolosità sociale, nonché un’ascesa economico-imprenditoriale, costellata da costanti e continui rapporti, intrattenuti tra Li Pera e il gotha dell’imprenditoria mafiosa”.

Dal 2007 l’imprenditore era già stato condannato definitivamente per associazione mafiosa, al termine di complesso percorso giudiziario, le cui origini risalgono al 1991, nell’ambito dell’indagine del Ros nella nota inchiesta “mafia e appalti”.

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale indagini Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza