Duplice femminicidio a Riposto: il presunto killer si toglie la vita

Drammatica sequenza di morti, questa mattina a Riposto. Nella cittadina in provincia di Catania due donne sono state uccise, a distanza di poco tempo ed in luoghi vicini fra loro.

Secondo gli inquirenti, il doppio femminicidio potrebbe essere dovuto all’azione di una unica persona. La vicenda è stata, poi, resa ancor più drammatica in quanto l’uomo che i carabinieri avevano messo nella lista degli indagati si è poi tolto la vita.

E’ accaduto proprio davanti alla caserma della cittadina del catanese. Il primo omicidio scoperto era stato quello della 75enne Carmelina Marino, che era stata ritrovata priva di vita all’interno di un’auto.

Poi, è stata la volta di Santa Castorina, altra donna di 73 che è stata trovata in via Roma, a terra, su un marciapiede, subito dopo essere stata ferita a colpi di pistola, proprio a pochi metri dalla propria auto. Ma per salvarla non c’è stato nulla da fare.

Sono i carabinieri ad occuparsi delle indagini, e bisognerà capirne di più sui rapporti fra quello che era stato ritenuto il presunto killer e le due donne.

Si lavora per capire anche se le due vittime si conoscessero fra loro, oltre ai rapporti intercorsi in passato fra il presunto killer e le due donne. Si presume potesse esserci un rapporto di tipo affettivo, in passato.