Connect with us

Cronaca

“Tutta un’altra storia” il libro di Burrafato sul padre vittima di mafia

Pubblicato

il

“Sento e vivo l’orgoglio di essere il figlio del maresciallo, ucciso dalla mafia, ma vivo e presente nel ricordo di chi lo ha amato ed ha imparato a conoscerlo”.

Totò Burrafato, ricorda così il padre Antonino, maresciallo in servizio presso la Casa Circondariale dei Cavallacci di Termini Imerese, ucciso da un commando mafioso il 29 giugno del 1982. “Mio padre era una persona buona e semplice, un padre di famiglia che non ha avuto paura di dire no mafia, dice Totò Burrafato.

Un ricordo che domani, 26 giugno 2024, alle 18 nell’aula Malagodi della Fondazione Luigi Einaudi, in via conciliazione a Roma, prenderà corpo con la presentazione del libro di Totò Burrafato dal titolo ‘Tutta un’altra storià, incentrato sulla figura del padre Antonino. Durante la presentazione, insieme a Burrafato, presidente del consiglio di amministrazione di Gesap, la società di gestione dell’aeroporto ‘Falcone Borsellinò di Palermo, interverranno Giuseppe Benedetto, presidente della fondazione Luigi Einaudi, Andrea Delmastro delle Vedove, sottosegretario di Stato al ministero della Giustizia, Davide Giacalone, direttore de La Ragione. Modera l’incontro Andrea Cangini, segretario generale della fondazione Luigi Einaudi.

Un secondo appuntamento, a 42 anni dell’efferato omicidio, riguarderà la commemorazione del maresciallo Antonino, vittima del dovere e medaglia d’oro al merito civile alla memoria, con una celebrazione eucaristica in suffragio il 29 giugno, alle 18, presso la parrocchia di Sant’Antonio di Padova, a Termini Imerese, in provincia di Palermo. “La memoria, dunque, la memoria è fondamentale. A me, disgraziatamente, viene facile coltivare la memoria perchè la ferita inferta alla mia famiglia non è di quelle che si possono rimarginare. Per questo continuerò testardamente a celebrare la memoria di mio padre e quella di tutti i caduti nella lotta alla mafia. E’ un dovere necessario, altrimenti, prima o poi ci si dovrà pentire di aver cantato vittoria troppo presto”.

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

Acireale aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza