Connect with us

Cronaca

“Nella mia casa c’era il diavolo”: strage Altavilla, Barreca “insiste”

Ecco il contenuto dell’ultimo colloquio di Giovanni Barreca con il proprio avvocato, Giancarlo Barracato

Pubblicato

il

Ha ringraziato Massimo e Sabrina, suoi amici, chiesto nuovamente della figlia e poi, soprattutto, ripetuto ancora una volta che nella sua villetta, ad Altavilla Milicia, “c’era il diavolo”.

Questo il contenuto dell’ultimo colloquio di Giovanni Barreca – il muratore che insieme alla figlia e alla coppia di invasati religiosi ha provocato la morte della moglie e dei due figli – con il proprio avvocato, Giancarlo Barracato.

“Non è sceso nei particolari – ha spiegato il legale – riguardo agli eventi avvenuti nella casa, ma continua nella sua condizione delirante e dice che tutti erano convinti che in quella casa ci fosse il diavolo. Lo pensava anche Kevin uno dei due figli che in quella villetta ha trovato la morte”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Come ha riportato l’avvocato dell’uomo, con l’ingresso in casa di Carandente e Fina, i due complici, sarebbe cambiato qualcosa. “Lui li ringrazia – riporta il legale – ma è combattuto. E poi, ricorda che c’è stata una telefonata tra Massimo Carandente e qualcuno all’esterno della villetta. Una conversazione durata mezz’ora sia al telefono che tramite messaggi. Però non sa dire con chi Massimo stesse parlando”.

Tutto si sarebbe verificato dopo la morte della moglie Antonella, ma sul particolare Barreca non è stato preciso. Domani l’avvocato Marco Rocca incontrerà nel carcere Pagliarelli Massimo Carandente e Sabrina Fina.

E intanto, si attendono ancora i risultati delle analisi dei telefoni sia dei protagonisti della vicenda, così come gli esiti delle autopsie su corpi dei due fratellini.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni


Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza