Connect with us

Cronaca

Strage di Altavilla, l’inchiesta si allarga: spuntano i nomi dei “fedeli” dei “fratelli di Dio”

La 17enne aveva usato il cellulare del fratello per fingere con gli amici che in casa andasse tutto bene

Pubblicato

il

Le indagini continuano, sulla tragedia familiare di Altavilla Milicia. Gli inquirenti non mollano alcuna pista, e sarebbero stati adesso individuati anche quelli che erano i “fedeli” che incontravano la coppia composta da Massimo Carandente e Sabrina Fina.

Le ricerche avrebbero portato a scoprire chi incontrava i coniugi, e che con i due fanatici religiosi si riuniva in preghiera. La coppia avrebbe aiutato il muratore Giovanni Barreca ad uccidere la moglie, Antonella Salamone ed i figli Kevin ed Emanuel, per un rito di purificazione dal demonio.

Secondo quanto è emerso, venivano chiamati “fratelli di Dio”, e gli inquirenti avrebbero anche in mano i nomi dei “fedeli”. Questi non sarebbero stati ancora interrogati, in quanto si starebbe portando a termine, prima, una analisi più completa sul materiale trovato fra cellulari e pc sequestrati ai tre indagati.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

La figlia 17enne di Barreca, intanto, come è venuto fuori da ulteriori indagini, avrebbe utilizzato il telefonino del fratello maggiore per fingere con gli amici che, in quei giorni, in casa della famiglia stesse andando tutto come sempre. Che, insomma, le cose si svolgessero in maniera regolare. E ciò avveniva, invece, mentre nella villetta della cittadina del Palermitano si svolgevano i riti che hanno portato alla violenza ed al terribile triplice omicidio.

LEGGI ANCHE: La 17enne e i cellulari “nascosti”, gli avvocati della coppia “lasciano”
LEGGI: Strage di Altavilla: “Tante luci, una comunità”, la fiaccolata – VIDEO

E intanto, ha parlato l’avvocato di Barreca, che ha riportato che il muratore “riferisce di avere avuto il dovere di debellare il demonio. Non si rende neppure conto – spiega il legale – di stare in carcere. Ho incontrato una persona che non è consapevole della sua condizione. Ha come quadro costante davanti ai suoi occhi l’obiettivo raggiunto: avere sconfitto il diavolo. Ho difficoltà a pensare a una strategia difensiva. Non mi trovo mai davanti ad una persona lucida”.

“È consapevole – ha proseguito – che la moglie non ce l’ha fatta ed è stata vinta dal diavolo così come i suoi figli, così va ripetendo. In questa sua azione dice che è stato aiutato dai due coniugi”. Si starebbe valutando, a questo punto, anche di chiedere una perizia psichiatrica.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza