Connect with us

Cronaca

Altavilla: fermata coppia di Palermo, Barreca voleva “purificare la casa dal demonio”

La lunga giornata di interrogatori, dopo il triplice omicidio di Altavilla: fermata coppia palermitana, forse complice di Barreca

Pubblicato

il

Il sospetto dei carabinieri è che insieme con Giovanni Barreca, una coppia palermitana abbia organizzato il delitto di Altavilla. L’obiettivo sarebbe stato quello di “purificare” la casa dal demonio.

Si chiamano Sabrina Fina e Massimo Carandente, le due persone – due fanatici religiosi – che sono sati fermati. Come per il 54enne – reo confesso – le accuse sono quelle di omicidio plurimo e soppressione di cadavere.

Nuovi particolari, quelli emersi nella serata di ieri dopo la tragica scoperta nella cittadina in provincia di Palermo, dove è avvenuto il triplice omicidio della moglie e dei due figli di Barreca.

La coppia palermitana è stata rintracciata dopo le indicazioni date dallo stesso 54nne e anche grazie all’esame del cellulare dell’omicida e ad alcune testimonianze. Per il ruolo che potrebbero avere avuto nella strage, al termine dell’interrogatorio in caserma i due sono stati fermati, e Barreca li avrebbe conosciuti in una comunità evangelista.

LEGGI ANCHEAltavilla sotto shock, l’omicida per 24 ore con i corpi dei familiari – VIDEO
LEGGI: “C’è il demonio in casa”: shock ad Altavilla, uccide moglie e i figli di 5 e 16 anni

“Dentro mia moglie e i miei due figli si nascondeva il demonio, per questo li ho uccisi: era l’unica cosa da fare”. Con queste parole l’omicida ha spiegato ai carabinieri quel che era accaduto nella casa di Altavilla. “Mi chiamo Giovanni Barreca, e ho ucciso tutta la mia famiglia, venite a prendermi”, erano state le prime parole dopo la chiamata al 112.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Questi i particolari emersi nel pomeriggio di ieri: dopo l’allarme lanciato, l’uomo si era fatto trovare dai carabinieri a Casteldaccia, a pochi chilometri dal luogo del delitto.

La figlia di 17 anni (“la prediletta del padre”, come ha detto una testimone), unica sopravvissuta alla strage, era stata soccorsa dal personale del 118, dopo essere stata ritrovata in stato di shock, probabilmente narcotizzata. Proprio lei ha raccontato che il padre si sarebbe svegliato farneticando di aver percepito presenze demoniache in casa.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza