Connect with us

News e Focus

Aurora muore a due mesi: lividi e ustioni sul corpo, genitori inchiodati dalle chat

Per entrambi si aprono le porte del carcere

Pubblicato

il

Una vicenda dai contorni agghiaccianti, è quella che vede protagonisti i genitori di Aurora Savino, la bimba di appena due mesi trovata morta in culla in un’abitazione di Santa Maria a Vico (Caserta) lo scorso 2 settembre.

Giovanissimi i genitori incriminati con l’accusa di maltrattamenti e omicidio: 26 anni il padre, Emanuele Savino, 19 la madre, Anna Gammella. Per entrambi si aprono le porte del carcere, lui a Santa Maria Capua Vetere, lei a Pozzuoli.

A incastrarli le chat estrapolate dai telefoni sequestrati poco dopo il decesso della piccola. Un folle accanimento, testimoniato dai sanitari giunti sul posto. Sul corpo della piccola hanno riscontrato presenza di ustioni e segni come ecchimosi sull’addome, le gambe e i piedi della neonata. 

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

A loro discolpa i genitori hanno riferito ai carabinieri che la bambina si era scottata durante un bagnetto la sera prima a causa di un getto di acqua bollente uscito per errore dal rubinetto. Le indagini avviate dai militari dell’Arma ha portato poi alla misura restrittiva di questa mattina.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza