Connect with us

Cronaca

Catania, spaccio di droga… come fast food: uno prendeva ordini, l’altro consegnava dal balcone

Spaccio di droga come nei… fast food: uno prendeva ordini, l’altro consegnava dal balcone. “Beccati” dai carabinieri due ragazzi a Catania

Pubblicato

il

Avevano organizzato una vera e propria piazza di spaccio… “dal balcone”. Era da lì, che partiva la droga per i clienti. A Catania i carabinieri hanno, così, arrestato un ragazzo di 22 anni, tunisino, ed un altro italiano, di appena 16 anni.

I compiti dei due erano ben definiti. Uno rimaneva in strada per avvicinare gli automobilisti e prendere gli ordini. Il secondo, un po’ come avviene nelle catene di fast food, stava in casa a “sistemare” la droga e poi, dopo il confezionamento, si affacciava al balcone e la passava al complice, che attendeva con il cliente.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Dopo la consegna, i consumatori davano loro il denaro da incassare. Quando sono intervenuti, i militari hanno fatto irruzione nell’appartamento. C’erano pronte due dosi di crack, oltre a 200 euro che si trovavano sul tavolo. Nel bagno, nel cesto dei panni sporchi, come riferito dai carabinieri, anche un sacchetto di plastica con alti 75 euro in monete e nel borsello del pusher 22enne hanno recuperato altri 400 euro. Convalidato l’arresto in carcere per il 22enne.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Civico Corini cronaca droga enna Etna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza