Connect with us

News e Focus

“Sposalo, o ti taglio la gola”: matrimonio forzato e minacce del papà, 19enne denuncia

“Sposalo, o ti taglio la gola”: dopo le sofferenze, la denuncia di una ragazza di 19 anni, picchiata e minacciata dai familiari

Pubblicato

il

E’ stata minacciata in ogni modo, dal suo papà. Una ragazza di 19 anni è stata anche tenuta a digiuno per giorni dai familiari. L’obiettivo che volevano raggiungere era quello di convincerla a sposare un ragazzo già scelto: un matrimonio forzato, insomma. Lei, però, si era innamorata di un altro giovane. E per questa ragione il padre l’ha minacciata e picchiata.

La vittima delle violenze è una 19enne indiana, che ha poi formalmente accusato i familiari di maltrattamenti e di costrizione al matrimonio. Lo sfogo è arrivato a scuola, poche settimane fa. E’ successo tutto a Bologna, dove l’istituto ha poi fatto sapere tutto anche alla polizia.

Lei, la ragazza, si era innamorata di un connazionale, e quando il padre lo ha saputo si sarebbe seduto davanti a lei dandole dei calci e minacciandole di tagliarle la gola.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

“Era andata a scuola, ma una volta arrivata a casa – ha raccontato l’avvocato che la sta aiutando – i familiari le hanno sequestrato il cellulare. È riuscita a comunicare con me grazie ai social, mi ha chiesto di vederci. Padre, madre, zio e nonna la picchiano, la tengono segregata e le hanno preso i documenti perché rifiuta un matrimonio forzato, si è innamorata di un altro ragazzo”. Il legale le ha consigliato di sporgere denuncia, ma non c’era possibilità di collocamento in protezione. Adesso, come racconta l’avvocato, è stata affidata alla preside, una privata cittadina, “mettendo a repentaglio la sua incolumità perché la famiglia la sta cercando. Io mi sarei aspettata – ha proseguito – che lo Stato rispondesse: è un codice rosso, sono reati gravissimi. Invece dopo cinque ore di pianti, ci si schianta contro la realtà. Gli strumenti ci sono ma non vengono applicati”.

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

Dopo la segnalazione della scuola, la 19enne è stata sentita dalla polizia, formalizzando la denuncia. La questura di Bologna si è attivata per la collocazione in una struttura protetta. Lo sfogo della ragazza è arrivato per la prima volta a scuola, quando ad un insegnante raccontò che non aveva avuto malattie e mostrò i segni sul collo, che le sarebbero stati fatti dal padre dopo la scoperta della relazione con un ragazzo che, a suo dire, non avrebbe potuto avvicinare perché già promessa sposa. 🖋 CONTINUA A LEGGERE su teleone.it

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento ambulanza arresti arresto ars auto Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Castelvetrano Catania cocaina Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio inchiesta incidente incidente mortale Lampedusa mafia malore maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione rissa roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza