Connect with us

News e Focus

Palpeggiamenti e ricatti sessuali alle commesse: “Vuoi il contratto? Vieni in bagno con me”

Palpeggiava, tentava di baciare e ricattava sessualmente le commesse: “Vuoi il contratto? Vieni in bagno con me”. Chiesti 6 anni per titolare

Pubblicato

il

Continue allusioni, palpeggiamenti. Chiarissimi ricatti sessuali. “Se vuoi che ti rinnovi il contratto, devi venire in bagno con me…”. Anche con frasi di questo genere si rivolgeva alle sue commesse il responsabile di un punto vendita a Rimini, che, per le ragazze, era ormai diventato una sorta di incubo.

Al termine di una complessa indagine che è stata portata avanti dalla polizia di Stato, l’uomo, che ha 55 anni, è stato portato alla sbarra, dopo la denuncia presentata proprio da tre commesse del negozio di abbigliamento, nel centro commerciale “Le Befane”.

La denuncia risale al maggio del 2020, e dopo il procedimento il pubblico ministero – dopo la requisitoria – ha chiesto per l’uomo una condanna a 6 anni di reclusione. E lui, difeso dal proprio avvocato, ha sempre respinto ogni accusa. “Le ragazze – sosteneva – si sono inventate tutto”.

La tattica del loro datore di lavoro, come hanno ricostruito durante il dibattimento le tre commesse, era sempre la stessa: dopo l’assunzione, si mostrava gentile e disponibile, ma successivamente passava agli apprezzamenti ed alle allusioni sessuali, con gesti a volte espliciti o tentativi di baci o abbracci.

Tentativi che, in alcune occasioni, sarebbero diventati anche richieste parecchio esplicite. E da queste, anche gli “agguati”, con palpeggiamenti o aggressioni in bagno, dove lui tentava di entrare con la forza.

🟥 I più letti negli ultimi giorni

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento ambulanza arresti arresto ars auto Bagheria calcio caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Castelvetrano Catania cocaina Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio inchiesta incidente incidente mortale Lampedusa mafia malore maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione rissa roma Salvini schifani scuola Serie B sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza