Connect with us

Outside

Mostra il David di Michelangelo alla classe: “È pornografico”, docente costretta a dimettersi

David di Michelangelo? “Pornografico”: una insegnante costretta alle dimissioni per averlo mostrato alla classe

Pubblicato

il

Una delle mamme dei ragazzi pensava che la docente avesse mostrato alla classe qualcosa di “pornografico”: per questa ragione una professoressa, che ha insegnato Storia dell’arte per 27 anni, è stata costretta a dimettersi dal consiglio scolastico.

La sua colpa? Aver fatto conoscere agli studenti di prima media il David di Michelangelo. Un genitore ha ritenuto l’opera d’arte – dopo la segnalazione della figlia – qualcosa di troppo “hot”, e per questo s’è sviluppato un vero e proprio scandalo.

La docente, che da un anno era anche la preside della Tallahassee classical school, in Florida, ha dovuto dare le dimissioni, messa alle strette anche dalle colleghe.

Il caso ha fatto scalpore, ed ha spinto negli ultimi giorni il sindaco di Firenze, Dario Nardella, a voler invitare e premiare Hope Carrasquilla, la prof. Lei s’è subito detta onorata per la proposta.

“Una madre – ha raccontato l’insegnante al Corriere della sera – pensava che il David fosse pornografico. E mi rendo conto che tutti dicano: come è possibile pensarlo… Altri due genitori erano dispiaciuti perché la lettera che avevamo mandato l’anno scorso per notificare che, quando studiamo il Rinascimento ci sono nudi artistici, quest’anno non era stata mandata. Tornata a casa, una studentessa ha detto di essere stata a disagio e la famiglia avrebbe voluto saperlo per essere preparata. Solitamente l’insegnante manda una lettera di notifica ai genitori. Succede anche in quinta elementare, quando in Scienze si studia il ciclo vitale degli animali e la riproduzione umana…”

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale indagini Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza