“Denise Pipitone a Roma”: carabinieri nel campo rom, la speranza di Piera Maggio

Ancora una volta una flebile speranza, ma adesso bisognerà affidarsi alle indagini. Nel corso della trasmissione Quarto grado, che è andata in onda ieri è stato segnalato che i carabinieri in un campo rom di Roma hanno portato via una giovane di 20 anni, “bosniaca”, che potrebbe essere Denise Pipitone.

Quando la notizia è stata diffusa ha colto di sorpresa anche Piera Maggio, la mamma della bimba di 4 anni che era scomparsa da Mazara del Vallo il primo settembre del 2004.

“Al solito ci arrivano notizie – ha scritto Piera Maggio sui social – come fulmini a ciel sereno… Che dire, rimaniamo in attesa. Siamo stati informati questa sera per mezzo dei vari messaggi che ci sono pervenuti. Non eravamo a conoscenza di nulla. Rimaniamo in attesa di eventuali notizie concrete, sempre con i piedi a terra. Non possiamo permetterci illusioni dolorose”.

Si è espresso anche Giacomo Frazzitta, l’avvocato dei genitori di Denise. La ragazza cui sarà fatto il test del dna si chiamerebbe Denisa, che avrebbe giorno e mese di nascita uguali alla bimba scomparsa.