Connect with us

Cronaca

Ars e stipendi parlamentari, nulla di fatto: 890 euro in più, la norma rimane

Aumento in busta paga di 890 euro per i parlamentari siciliani: si va al voto, abrogazione della legge bocciata

Pubblicato

il

Le proteste, alla fine, hanno portato ad un vero e proprio nulla di fatto. L’Assemblea regionale siciliana rimane ancorata sulle proprie decisioni. La norma sugli adeguamenti Istat a proposito delle indennità dei 70 parlamentari della Sicilia, rimane attiva ed invariata.

La decisione è stata presa all’Ars, dove, in seguito alle polemiche dei giorni scorsi, si era deciso di tornare a votare per rivalutare la norma stessa, che avrebbe aumentato ulteriormente gli stipendi degli onorevoli.

In aula si è deciso, dunque, con voto segreto, di respingere l’emendamento che avrebbe dovuto prevedere l’abrogazione della norma della legge in questione. Questa si riferiva alla norma del 2014, che aveva introdotto l’automatismo della rivalutazione delle indennità al costo della vita.

Bocciata la rivalutazione, dunque, e stipendi che, per i parlamentari, sono stati aumentati di 890 euro lordi.

Advertisement
commerciale teleone it
italpress banner

aereo aeroporto aggressione Agrigento altavilla ambulanza amore arresti arresto ars auto autostrada Bagheria caldo Caltanissetta cane carabinieri carcere Catania Corini cronaca droga enna feriti ferito gela guardia di finanza immigrazione incendi incendio incidente incidente mortale indagini Lampedusa mafia maltempo Marsala Messina Messina Denaro meteo meteo sicilia migranti Milano Napoli omicidio oroscopo ospedale Palermo Palermo calcio palermo fc polizia Ponte sullo Stretto Ragusa rapina Regione roma Salvini schifani scuola Serie B sesso sicilia Siracusa social stupro stupro Palermo Taormina Termini Imerese terremoto tiktok trapani vetrina video vigili del fuoco Villa Sofia violenza violenza sessuale viral video

Di tendenza